22 ottobre 2012

Giuro che è vero

Addì, anno di grazia 2012.

JaneDoe: - ...bla, bla... e quindi può caricare le immagini nel nostro FTP, attenzione perché deve digitare firenze-torino-parma-duepunti-slash-slash-...
Autore-Inqualificabile: - "Slesch"? E che è?

26 commenti :

  1. Spezzo un' arancia a favore dell' Autore-Inqualificabile : siamo talmente abituati ad usare l' inglese che non ci sovviene che in italiano il termine è "barra"

    RispondiElimina
  2. Se avessi detto barra, avrebbe scritto ftp:|| :S

    La prossima volta mi devo ricordare di spiegare "quello sopra il 7".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando facevo assistenza tecnica, o anche ogni volta che padre o madre hanno un problema, la frase era sempre " Quello sopra il sette ".

      E c'è anche chi ha sbagliato...

      Elimina
    2. Non ne dubitavo (in effetti, potrebbe essere anche F7 o F8...)

      Elimina
  3. DangerMouseIII22 ottobre 2012 11:54

    Mi sa che stavolta questo Autore-Inqualificabile è dalla parte della ragione. Vabbe', di barre ne abbiamo tre sulle tastiere: \, | e /, ma quella più intuitiva in assoluto è quella inclinata a destra, quindi quando si parla di "barra" la prima che schiaffano è proprio quella. Di solito accomuno quelli che dicono "slash" a quelli del "Le faccio lo spelling". Questi ultimi rischiano di beccarsi la risposta "Mo' sono io che ti spello". Vogliamo tanto fare i fighi con gli americanismi, ma a volte ci dimentichiamo che l'interlocutore è italiano e magari di inglese conosce a malapena la parola "computer", e se gliela fai scrivere magari ci mette la I.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace, ma non sono d'accordo.

      E' vero, la tendenza a usare in maniera eccessiva, e spesso a sproposito, termini stranieri ("premier" su tutti) è irritante, ma a mio parere lo è altrettanto quella di utilizzare a tutti i costi termini italiani quando quelli stranieri sono non solo più immediati, ma anche più calzanti. A dire "computer", ad esempio, si fa molto prima che a dire "calcolatore elettronico", e si evitano anche possibili fraintendimenti.

      In informatica il linguaggio universale è l'inglese: facciamocene una ragione e vediamo di impararne almeno le basi. Tacciamo di sciovinismo i francesi che si ostinano a parlare solo francese, quando noi sappiamo parlare solo italiano e nascondiamo la nostra ignoranza dietro falsissime questioni di principio: "la lingua di Dante", e via andare. (Parlo in generale, sia ben chiaro)

      Nel caso in ispecie, poi, stiamo parlando di un docente universitario, e che un docente universitario non sappia cos'è lo 'slash' lo trovo decisamente inqualificabile.

      Elimina
    2. Come docente universitario posso non conoscere lo "slash". Meno che mai l' "underscore" o altri nomi astrusi. La mia laurea e la mia cattedra in effetti non hanno niente a che vedere con l'inglese. So che roba sono quelle parole di cui sopra solo perché, in ambiente extralavorativo, pensa un po', me le sento ronzare nelle orecchie di continuo. Quindi, non prendertela con Autore-Inqualificabile o con chiunque altro se non conoscono certi termini, né con chi ti fa notare che non è obbligatorio conoscerli. Un conto è sapere cos'è un computer, col suo monitor, il mouse (e qui il termine inglese aiuta a distinguerlo dal roditore grigio di cui comunque ha il nome...), l'hard-disk, il DVD, e, oh mamma, modem, router e altri ammennicoli del genere; un conto è quando qualcuno ti usa termini stranieri per indicare caratteri che in italiano sono diffusi dal Medioevo, periodo in cui non sapevano nemmeno dove fosse la Gran Bretagna.
      N. B.: vuoi ridere? Ho sentito uno dei miei studenti dire a un suo compagno "Per favore mi printeresti [documento-che-non-ricordo]?" Manco a dirlo, l'altro ragazzo è rimasto lì impietrito, per poi chiedergli che cosa volesse dire.

      Elimina
    3. (Scusa, questa risposta sarà prolissa)

      Ma LOL, "printeresti"!

      Sì, beh, a me è capitato di correggere scritti d'esame universitario e ho penalizzato implacabilmente chi aveva scritto "cmq" o "ke" (a un esame! universitario! di Lettere!) perché c'è contesto e contesto e se tu hai un certo livello di cultura DEVI saper riconoscere il contesto.

      Esattamente come un docente universitario ha il dovere di tenersi aggiornato, e di sapere come funziona il presente in cui vive, perché un docente universitario sta lì (e viene pagato) per insegnare e per fare ricerca. Come fai a insegnare e fare ricerca se non ti aggiorni? Dai medici abbiamo preteso, a suo tempo, che si aggiornassero su quella roba nuova che si chiamava 'penicillina'.

      Io ho studiato Archeologia. Temporibus illis un inglese folle si mise in mente di catalogare tutti i vasi figurati che gli antichi greci avevano sparso in terra, e gli archeologi avevano ritrovato. Ci fece su fior di libroni.

      Tempo dopo, altri folli hanno preso questi libroni e li hanno trasformati in un archivio su web, con tanto di maschera di ricerca. Nota bene: il contenuto dell'archivio web è IDENTICO a quello dei libroni. Ecco, il mio prof di Archeologia mi vietò di usare l'archivio web (anche se con quello avrei fatto una ricerca molto più completa: la mia Università non possedeva tutti tutti i libroni) perché "che cosa sono queste diavolerie?"

      Salvo che ovviamente io poi lo usai lo stesso e venni anche complimentata dal suddetto prof, davanti a tutti i miei colleghi di corso, per "la ricerca approfondita". Io ci avevo messo due giorni (tempo perso sostanzialmente a scaricare immagini con una connessione a 56k). I miei colleghi avevano passato due mesi a scartabellare i libroni.

      E poi: mettiamo che insegni Estetica (una disciplina a caso), sei a un convegno internazionale e un tuo collega di Oxford ti vuole segnalare il link a un sito web interessante per il tuo lavoro (ci può essere, anche se insegni Estetica, un sito web interessante per il tuo lavoro). Come te lo segni, l'indirizzo, se non sai cos'è uno 'slash'? (E non mi dire che il collega ti può mandare il link via e-mail: insegna Estetica, non è tenuto a sapere cosa è un 'link' o una 'e-mail'.)

      Elimina
  4. Concordo con JaneDoe... Non ha detto "underscore", che -per quanto nota- magari qualcuno può fare più fatica a riconoscere in "trattino basso", ma "slash", che è una parola molto molto ma molto più comune per chiunque sappia un minimo accendere il computer!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Underscore" non lo dico mai, non vorrei essere accusata di turpiloquio...

      Elimina
    2. Appunto, "underscore" è poco usato, "slash" no!

      Elimina
  5. Ma non era il chitarrista dei Guns'n Roses?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nonché il titolo del suo primo album da solista!

      Elimina
  6. Certo che questo linguaggio è proprio australopiteco...
    (citazione da qui: http://amoilweb.wordpress.com/2012/10/22/linguaggi-sconosciuti/ )

    RispondiElimina
  7. Episodio che mi è accaduto poco tempo fa.
    Io: (Nell'indicare un percorso sotto Windows) Guarda, devi andare sul campo in alto lì nella finestra e digitare: C duepunti backslash...
    UtOntoDiTurno: Pesce lesso a chi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mo' ti racconto la seconda parte. Questo utOnto che non sa distinguere un \ dal suo pranzo (o da sé stesso...) un giorno parlava con un suo collega d'ufficio mentre io ero lì a bazzicare per sistemare qualche apparecchiatura.
      UDT: Adesso scrivi: questo-quello-e-quell'altro-ampersand...
      L'Altro: Ampeche?
      UDT: Ampersand ti ho detto.
      L'A: OK. (Batte al PC) A-M-P... ma ci va una E o una A qui?
      UDT: Noooo! Non devi scrivere la parola ampersand ma mettere un ampersand.
      L'A (guarda me in cerca di supporto) Ehi, sai che roba mi sta chiedendo?
      Io (con un ghigno malefico) Be', da uno che non conosce il backslash mi stupisce sentir chiedere un ampersand.
      UDT rimane lì paralizzato, poi abbassa lo sguardo per la vergogna.
      Io (rivolto a L'A): Tu limitati a schiacciare le maiuscole e il tasto 6, non quello del tastierino.
      L'A: Sì, ma allora ditelo che era la E commerciale! E Backslash chi è, il chitarrista di riserva dei Guns'n Roses? (Dal sogghigno capisco che sta caricando la dose sul suo collega...)

      Elimina
    2. "Backslash" = "chitarrista di riserva" è una GENIALATA che invidio ferocemente a chi l'ha concepita, e se mi capita la rivenderò senza scrupoli come mia (esattamente come "mannaggiament").

      Per il resto, "ampersand" non lo sapevo, ho sempre sentito e detto "e commerciale", quindi ammetto la mia utontaggine (ma resto dell'idea che ignorare "slash" è più grave)

      Elimina
    3. Mica lo conoscevo, io, il signor Ampersand, finché non ho avuto a che fare con un merrrrricano DOC (uno di quei tizi fulminati che chiama "star" l'asterisco anziché usare il più corretto "asterisk"; ma si sa, i merrrrrricani non hanno studiato a Oxford...). Questo mi ha aiutato a infliggere una doppia figura di quellacosamarroneviscidaepuzzolente all'uTonto in questione; se no, mi sarei limitato a una semplice.

      Elimina
    4. Uhm, ora mi sto domandando per quali vie l'utonto abbia conosciuto Mr. Ampersand (che poi, mi informa Santa Wikipedia, è contrazione per "and per se and", quindi voce colloquiale, quindi mi sento giustificata nella mia ignoranza)

      Elimina
  8. ... aggiungerei (sono perfido, sì: me lo dicono tutti) che anche gli estremisti dell'italiano dimenticano sempre una cosa: il backslash non è una "barra", si chiama "banda" ... così come il pipe | è un "palo" :-)

    Giuda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi: /|\ = barra palo banda?????
      Di solito si definiscono, rispettivamente, "barra" (come ho detto), "barra dritta", "barra a sinistra". "Palo" e "banda" mi mancavano proprio...

      Elimina
    2. Barra a destra e barra a sinistra? Manca il tangone e poi facciamo la Coppa America!

      Elimina
    3. @Anonimo 05 novembre: esatto.
      Però c'è da dire che sono termini araldici, quindi non proprio "italiano corrente" :-)
      Cmq, imho, sono meglio degli altri ... ;-)

      Elimina
    4. Penso che usare termini araldici per descrivere dei semplici caratteri manderebbe in panico totale il criceto che gli utOnti hanno nel cranio.

      Elimina
    5. ... ma anche il semplice (apparentemente) "barra" è un termine araldico :-)

      Elimina